Casa OM


[2016] Pecetto Torinese / Italia

Lavori in corso s.r.l.
Ronco impianti s.n.c.
IET s.r.l.
Cirifer design
Falegnameria Golfetto

L’intervento prevede la ristrutturazione di una cascina di metà ‘800 sita nel centro storico di Pecetto Torinese. La sfida è quella di mantenere la struttura storica dell’edificio, portandone a vista gli elementi tipici costruttivi dell’epoca, e integrandola con alcuni elementi contemporanei che, nel contrasto, ne caratterizzino lo stile.

La facciata esterna dell’edificio, un tempo intonacata, è stata portata al grezzo, mostrando i voltini che facevano da architrave alle aperture e le vecchie pareti in mattoni e pietra. Gli elementi che sono stati sostituiti, per ragioni strutturali o di degrado, vengono messi in risalto utilizzando l’acciaio come materiale di contrasto.

Il corpo principale è diviso in due unità immobiliari, che si sviluppano entrambe su tre livelli.
Il soggiorno dell’appartamento che si affaccia sulla via presenta in ingresso un pavimento vetrato, studiato per illuminare naturalmente il locale interrato sottostante.
Le scale interne di collegamento sono realizzate su disegno e si prefigurano come veri e propri elementi di arredo, che, integrati con strisce led, creano scenari suggestivi.
I locali voltati preesistenti che non presentavano rilevanti danni strutturali sono stati consolidati e le volte ripulite al fine di portarle in mattoni a vista, enfatizzando la tecnica costruttiva originaria dei solai.
Uno degli elementi caratterizzanti del secondo appartamento è il “blocco scala”, che si identifica come un volume monolitico in cemento levigato, creando un forte contrasto con la natura storica dell’immobile.

La riqualificazione dell’edificio non riguarda solo l’aspetto architettonico, ma anche quello energetico. L’involucro è stato completamente isolato dall’interno, sono stati installati infissi a triplo vetro, un impianto centralizzato di ventilazione meccanica, pannelli fotovoltaici e solari che hanno portato ad un miglioramento delle prestazioni energetiche, dimostrando come un edificio possa conciliare la sua natura storica con le tecnologie abitative più moderne.